I media, l’arme, gli amori. Narrare per pensare. Intervista a Roberto Maragliano

I media, l’arme, gli amori. Narrare per pensare.
Intervista a Roberto Maragliano
in “Amaltea. Trimestrale di cultura” - Anno IV, n. 4, dicembre 2009.

Si è tenuto a novembre nel Salento un programma di seminari che ha visto protagonista Roberto Maragliano, uno dei più significati pedagogisti italiani: professore ordinario di Tecnologie dell’istruzione e dell’apprendimento all’Università di Roma Tre e responsabile del Laboratorio di Tecnologie Audiovisive del Dipartimento di Scienze dell’Educazione della stessa università. Da molti anni si occupa dei rapporti che la e l’educazione intrattengono con i media e del ruolo che questi ultimi hanno nei processi di trasformazione antropologica e sociale. Il 24 novembre ha tenuto in università a Lecce un seminario agli studenti del “Laboratorio Memoria”, un progetto di ricerca messo su da Salvatore Colazzo, docente di pedagogia sperimentale alla Facoltà di Scienze della dell’Università del Salento, e destinato a tirocinanti e laureandi dei suoi corsi di laurea. Il tema della relazione di Maragliano era Rappresentazioni di scrittura: un invito al gioco, una proposta metodologica a partire da un suo ‘dispositivo’ didattico, per stimolare la produzione di materiali narrativi. Ha incontrato pure i dottorandi in “Pedagogia dello sviluppo”, ai quali ha proposto delle riflessioni attorno alla domanda-stimolo: “Che fine ha fatto la pedagogia progressista?”. Il 25 novembre è stato poi ospite della Mediateca del Comune di Melpignano per conversare insieme a Colazzo e a Luigi Mengoli, etnomusicologo, sul tema Comunicazione, memoria, educazione, vecchi e nuovi media, a partire dal tentativo di far dialogare due differenti e – a primo impatto – distanti pubblicazioni: la novità editoriale di Amaltea edizioni Otala ‘ttorna Pippina, un’intervista-biografia di Pippina Guida, voce del gruppo di musica popolare salentina ‘I Cantori dei Menamenamò’ da una parte; l’ultimo volume curato da Roberto Maragliano, assieme ad Alberto Abruzzese, Educare e comunicare, edito da Mondadori, dall’altra. Ho seguito Maragliano durante le sue due giornate salentine e poi gli ho proposto di voler tornare a riflettere insieme a me su alcuni dei temi emersi nel corso delle sue relazioni, per condividerli con i lettori della nostra rivista. Lui ha gentilmente e prontamente accettato.

Leggi tutto l’articolo >>>

Tags: , , ,

Discussion Area - Leave a Comment