Category 'cultural studies'

Storia di ordinaria differenza

Ada Manfreda, Storia di ordinaria differenza, in “Amaltea. Trimestrale di “, Anno VI - n. 4/2011

Mi è capitato qualche tempo fa di ascoltare un senegalese raccontare le storie del suo villaggio, alla maniera dei griot. Il griot è figura importante delle comunità di molti paesi dell’Africa occidentale sub-sahariana. È il detentore del sapere, della e della tradizione del suo popolo, il suo archivio vivente, colui il quale si fa carico, per tutti gli altri, di ricordare, narrare, cantare e trasmettere. [Leggi/Read more →]

Tags: , ,

L’ospite

L’ospite, in “Amaltea. Trimestrale di ” - Anno V, n. 4/2010

I Greci erano prodighi di ospitalità per lo straniero, sotto le cui spoglie essi ritenevano potesse celarsi qualcuno degli déi dell’Olimpo. Una vera e propria teofania: all’ospite venivano perciò destinate cure e attenzioni. Niente meno poi che al padre di tutti gli déi greci, Zeus, veniva assegnato, tra i molti suoi attributi, anche quello di protettore dei viandanti. Lo straniero è dunque ospite: viene accolto prima ancora di sapere chi egli sia. In ciò si sostanzia propriamente l’ospitalità…

Leggi tutto l’articolo >>>

Tags: , , ,

ھل ٽٽكلم العربية؟ / Hal tatakallam al-‘arabiyya?

in: “Amaltea. Trimestrale di “, Anno V - n. 03, settembre 2010.

Arrivo al luogo convenuto con qualche mi-nuto, no in verità un bel po’ di minuti, di ritardo, ma questo è un classico.
Diciamo che ho un piccolo conto aperto con il signor tempo, che proprio non ci sta a trattenersi un po’ con me, sfugge alle mie avance.
Fermo perciò frettolosamente e impreci-samente l’auto tra due strisce oblique del parcheggio: mentre sto completando la manovra noto tre tipi, uomini adulti, che sin dal mio arrivo avevano indirizzato i loro sguardi su di me, come se mi stessero a-spettando. Ma sono certa di non averli mai visti prima. [Leggi/Read more →]

Tags: , , , , ,

Faccia a faccia

Editoriale, in “Amaltea. Trimestrale di ” - Anno IV, n. 4, dicembre 2009.

Ho avuto un sonno inquieto. Colpa dei discorsi fatti ieri sera, fino a tardi, a una cena, mentre contemporaneamente pensavo che dovevo tornare a scrivere l’editoriale per questo numero oramai pronto. Sono andata a letto con le parole della cena che si mescolavano a quelle a cui pensavo per l’ultimo editoriale di questo ultimo numero del 2009. Si rincorrevano tra loro, le parole della cena e quelle delle idee per l’editoriale, e si confondevano, si richiamavano, si collegavano tra loro, pur così distanti e diverse. Volevano stare insieme, nonostante tutto, quelle parole appartenenti a due distinti discorsi, mentre cercavo di dormire.

Leggi tutto l’articolo >>>

Tags: , ,

Tradurre culture

Editoriale, in “Amaltea. Trimestrale di “, Anno IV - n. 3, settembre 2009.

A Taiji, nell’arcipelago giapponese, da oltre 400 anni ha luogo la mattanza dei delfini.
Il macabro ‘rituale’ si ripete ogni anno, in questo mese di settembre e fino a marzo, tra le discrete e quasi inaccessibili insenature della costa nipponica, che si tinge del rosso del sangue dei delfini, massacrati a migliaia. Più di tremila.
Rick O’Barry, alla guida di un gruppo di ambientalisti, è riuscito avventurosamente, [Leggi/Read more →]

Tags: , , ,